Pubblicità, pubblicità e ancora pubblicità! Chi più comunica (bene) la sua attività ha maggiori possibilità di aumentare clientela e quindi fatturato, rispetto a chi crede di risparmiare danaro.

I Flyer (volantini) sono fogli di carta molto leggeri (lo dice la parola) che vengono quasi sempre letti una sola volta e poi… gettati! Da ciò potremmo dedurre che… non serve fare volantinaggio, dal momento che il nostro duro lavoro di stesura del progetto, della realizzazione della grafica e della creazione del testo, sia andato buttato in pochi attimi! No, la risposta è: assolutamente no! Comunicare conviene sempre, ma è necessario farlo bene. Proprio perché abbiamo pochi secondi (come ogni mezzo di pubblicità in uso oggi, del resto) per conquistare il nostro lettore dobbiamo pensare a due cose principalmente. La prima è realizzare un flyer bello, laddove per bello s’intente evitare carta di pessima qualità (per risparmiare), con una grafica molto allettante dai colori vivaci (mai monocromatici), visibile (cioè con una scrittura sufficientemente grande per evitare mal di testa in lettura) e poi… senza refusi! Fatto ciò siamo a metà dell’opera! Abbiamo realizzato un buon lavoro. Ora anche se il nostro lettore butterà il nostro volantino, ci avrà memorizzato in modo benevolo, perché ricordiamo sempre: non c’è mai una seconda occasione per fare una bella prima impressione. Quel volantino parla di voi e rappresenta lo stile aziendale!

La seconda cosa riguarda il messaggio del volantino che è questione seria: non è possibile comunicare semplicemente che esiste un’attività. In quel momento, magari, quel tipo di offerta non interessa a nessuno e quindi siamo dimenticati dopo un attimo. Il messaggio deve contenere (subito) un vantaggio economico (o di altra natura) per il nostro lettore.

Il volantino, quindi deve conquistare per la bellezza e l’accuratezza e deve convincere con un messaggio vantaggioso.

La distribuzione è un’altra questione critica. Il volantinaggio va fatto bene, evitando i tergicristalli (tranne per poche eccezioni), evitando di infastidire mentre le persone sono a passeggio (a meno che non venga fatto a certe condizioni), evitando di lasciarli nei negozi perché dopo, sicuramente, saranno gettati. Che fare dunque? Vanno messi nella buca delle lettere o in luoghi dove troveremo il nostro target!

Infine, il volantinaggio una tantum non serve! Non lascia segno e non lascia che la gente si affezioni a voi e vi riconosca. Per noi una volta a bimestre può bastare! Buon lavoro e… come sempre affidatevi solo a chi ha esperienza per evitare di gettar via il vostro budget!